CANAVESE DOC

Canavese DOC Rosso
La zona di produzione comprende un centinaio di comuni della provincia di Torino e una decina in provincia di Biella e Vercelli. I vitigni utilizzati per la produzione di questo vino sono Nebbiolo, Barbera, Bonarda, Freisa e Neretto: da soli o congiuntamente devono coprire almeno il 60% delle uve utilizzate. Il restante 40% può essere costituito da altre uve rosse non aromatiche delle province di Torino, Biella e Vercelli. Storicamente il Canavese è sempre stata una terra dove venivano allevati molti vitigni a bacca nera anche nello stesso vigneto. Questa antica tradizione si ritrova nei vini rossi che portano in etichetta la DOC Canavese, frutto di assemblaggi di diverse uve.

Canavese DOC Rosso Novello
La zona di produzione è quella del Canavese Rosso DOC. È ottenuto dalle stesse uve ed è un vino giovane e particolarmente fresco e fruttato.

Canavese DOC Rosato
La zona di produzione è quella del Canavese Rosso DOC. È ottenuto dalla spremitura soffice delle stesse uve alla base del Canavese Rosso DOC, con breve macerazione delle vinacce.

Canavese DOC Barbera
La zona di produzione è quella del Canavese Rosso DOC. Per l’85% è dato da uve Barbera, mentre il restante 15% può essere costituito da altre uve rosse locali.

Canavese DOC Nebbiolo
La zona di produzione è quella del Canavese Rosso DOC. Per l’85% è dato da uve Nebbiolo, mentre il restante 15% può essere costituito da altre uve rosse locali.

Canavese DOC Bianco
La zona di produzione è quella del Canavese Rosso. Si ottiene esclusivamente da uve Erbaluce. Il suo comprensorio è perciò più ampio dell’Erbaluce DOCG.

Canavese Bianco Spumante
La zona di produzione è quella del Canavese Rosso. Si ottiene esclusivamente da uve Erbaluce, è un Extradry ottenuto con il Metodo Charmat.

Canavese Rosato Spumante
La zona di produzione è quella del Canavese Rosso. Si ottiene con breve macerazione dalle uve Rosse Canavese è ottenuto con Metodo Charmat.

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA “CANAVESE”